03 GIU 2016

Contro il caldo dell'estate, ci salverà un'anguria!e anche i semi sono buoni.

L’anguria è uno dei frutti più
salutari e poveri di calorie. Conviene consumarla spesso e ingerirne anche i
semi, che si è soliti eliminare a uno a uno, ignari della loro capacità di
fungere da integratori per l’organismo.L’anguria è un frutto dissetante e rinfrescante: è infatti
composta per il 92% di acqua e solo
per l’8% di zuccheri. È quindi perfetta per combattere l’afa e le alte
temperature estive. Essa non solo idrata l’organismo, ma protegge anche la pelle dai rischi derivanti da un’eccessiva esposizione
ai raggi UV. Lo sostengono recenti ricerche scientifiche, che hanno accertato
anche la sua capacità di fungere da aiuto naturale contro l’ipertensione e le malattie cardiache, grazie alla presenza
di una sostanza chiamata citrulina. E non solo: consumarne una fetta al giorno
durante la sua stagionalità contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo attivo nel sangue e di mantenere sotto controllo il peso.E ancora, l’anguria aiuta a
migliorare la qualità del sonno:
consumata dopo cena, stimola nell’organismo la produzione di serotonina, la
quale rende il cervello meno sensibile ai segnali di disturbo, e quindi più
predisposto a riposare bene. Considerevole è anche il suo apporto energetico: una porzione di anguria può aumentare i
livelli di energia del 23%, grazie
alla presenza di vitamina B6 e
magnesio. Venendo poi alle calorie,
aspetto non trascurabile, 100 grammi di anguria ne contengono solo 30. E
comunque, il frutto contiene solo zuccheri naturali, ed è completamente privo
di grassi.Le proprietà dell’anguria non
risiedono solo nella polpa, ma anche nei semi. Essi, infatti, contengono antiossidanti, fibre e proteine. Queste
ultime sono presenti nella misura di 35 grammi per un etto di semi: un
quantitativo persino maggiore di quello presente nello stesso peso di carne.
Tale componente consente di abbattere il pur minimo apporto glicemico
dell’anguria, permettendo di consumarne una fetta in più senza conseguenze. Ma
i semi contrastano anche il colestero e l’iperattivazione del sistema
immunitario, grazie alla presenza dei grassi poli-insaturi. Per questo motivo
ingerirli è particolarmente consigliato a chi soffre di asma, allergia o
autoimmunità. Da non sottovalutare anche l’azione delle vitamine del gruppo B
(fosforo, rame, potasso, manganese, magnesio e zinco), toccasana per il fegato. Assumere i semi insieme alla polpa del
frutto, ricco di vitamina C, semplifica inoltre l’assimilazione del ferro
contenuto in essi.Ma se proprio vi infastidisce
avvertirne la consistenza quando mangiate l’anguria, esiste una soluzione anche
per voi. Potete infatti lasciare che essicchino e poi sgranocchiarli da soli, o
ancora preparare un estratto di semi di anguria. Insomma, l’anguria è un frutto
buono, leggero e ricco di benefici: tutti buoni motivi per renderla protagonista
della vostra dieta estiva quotidiana.



 



 



 



Altre Notizie

16 GIU 2017 - Giovedì 22 giugno ha aperto Cento, il ristoro nella Casa della Dieta mediterranea
28 APR 2017 - Alma Seges ad Acciaroli: tradizioni, alimentazione e stili di vita
13 FEB 2017 - Grande successo di Alma Seges a Berlino
09 GEN 2017 - Alma Seges a Berlino con un Eco Stand innovativo e sostenibile
26 NOV 2016 - SOLO FRUTTA CAMPANA: come acquistare le nostre confetture.